progetto
Courtyard House
posizione
California, USA
progettista
Ken Linstead Architects
serramentista
Jada Windows
materiale
acciaio zincato ‘burnished black’
Il progetto parte da un desiderio particolare dei committenti, appassionati estimatori dell’opera di Maurits Cornelis Escher, che hanno chiesto all’architetto di prendere a riferimento per la loro casa le costruzioni impossibili del grafico olandese. La villa si articola in diversi corpi di fabbrica collegati fra loro ed esplora in pianta le intersezioni di spazi, figure e solidi geometrici. Semplici volumi squadrati sono interconnessi da una galleria-lucernario tutta vetrata, mentre un reticolo di sottili canali e vasche d’acqua si sovrappone al disegno dei percorsi lastricati esterni, che dal patio conducono a una piccola cascata e a un boschetto di cipressi. Nei prospetti, rivestiti con tavole di legno o lastre di pietra, si ritagliano le aperture: i profili OS2 75 ed EBE 65 in acciaio zincato ‘burnished black’ delineano i contorni regolari delle finestre e disegnano il perimetro delle ampie vetrate, contribuendo, con la grande versatilità nel design degli infissi, a stabilire una relazione di reciproca continuità fra i percorsi dentro la casa e le geometrie dei tracciati nel giardino.
realizzazioni